iniziali xilografiche

+ figurate (parlanti?)
       mm 37 x 35

C N S

+ mitologiche parlanti
       mm 35 x 35

A1 A2 C D1 D2 E H I L1 L2 M1 M2 N O P1 P2 Q Qbis R S T V1 V2

+ fondo completamente bianco
       mm 32 x 30

C I R

+ "modenesi" parlanti
       mm 24 x 23

A E I

+ fiorite su fondo criblé
       mm 22 x 22

C D E H I L M N O Q R S V

+ figurate (alcune parlanti)
       mm 21 x 21

A B C D E F G H I L M N O
P Q R S1 S2 S3 T V

+ fiorite su fondo nero
       mm 15 x 15

C D E F H I M N P Q S T V

[a cura di a.l.]

serie di iniziali parlanti a soggetto mitologico, mm 35 x 35 : T[rittolemo]

iniziale parlante dei Gadaldini: T[rittolemo]

Descrizione : Trittolemo addormentato, mentre dal cielo accorre Cerere per salvarlo da Linco che si avvicina per ucciderlo; la dea ha giÓ trasformato la testa del re della Scizia in quella di una lince.
Date : 1557 ; [1560?] ; 1570.
Sottoscrizione : Cornelio Gadaldini il vecchio ; Eredi di Cornelio Gadaldini ; Paolo Gadaldini & fratelli ; Paolo Gadaldini.
Note : Ovidio, Metamorfosi, V, 648-661: Ed ecco il giovane, passato in volo sopra l'Europa e le regioni dell'Asia, si ritrova in Scizia. Lì era un re che si chiamava Linco, ed egli entrò nel palazzo del re. Interrogato sul modo in cui era arrivato, sulla causa del viaggio, il suo nome e la sua patria, "La mia patria -- disse -- è la famosa Atene, mi chiamo Trittolemo. Non sono venuto su una nave per mare, né a piedi per terra: il cielo mi ha aperto le sue vie. Porto i doni di Cerere, che sparsi per i vasti campi daranno frumento da mietere e pacifici alimenti". Il barbaro fu preso dall'invidia, e per presentarsi poi lui come autore di tali doni, lo ospitò nella sua casa e lo assalì con una spada mentre era oppresso dal sonno. Stava per trafiggergli il petto quando Cerere lo trasformò in una lince, e comandò al giovane ateniese di riprendere il volo con la sacra pariglia.